Sei qui: Home Area Economico-Finanziaria

I.C.I.

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

Cos'è
E' una Imposta Comunale sugli Immobili istituita con decreto legislativo 30.12.1992 n.504 e successive modifiche ed integrazioni.
Chi deve pagare
L'imposta Comunale sugli immobili è dovuta fino al 31/12/2011
  • dai proprietari di fabbricati, aree fabbricabili o terreni agricoli siti nel territorio dello Stato;
  • dai titolari del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli immobili stessi;
  • al socio della cooperativa edilizia (non a proprietà indivisa) sull'alloggio assegnatogli, anche in via provvisoria;
  • dall'assegnatario dell'alloggio di edilizia residenziale pubblica concessogli in locazione con patto di futura vendita e riscatto;
  • dal locatario nel contratto di leasing;
  • dal concessionario nel caso di concessione su area demaniale.
Non deve pagare
Il nudo proprietario, il locatario, l'affittuario, il comodatario.
L'art. 1 del Decreto legge 27 maggio 2008, n. 93 ha disposto l'esenzione ICI prima casa. A decorrere dall'anno 2008 (quindi con riferimento anche al versamento del 16 giugno) è esclusa dall'ICI l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo, ad eccezione delle abitazioni della categoria catastale A1 (abitazione signorile), A8 (abitazioni in ville) e A9 (castelli e palazzi di eminenti pregi artistici o storici).
Aliquote
Per l'anno 2011 le aliquote sono state confermate con deliberazione del C.C. n.3 del 21.03.2011:
  • 5,75 per mille per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale appartenenti alle categorie catastali A1,A8 e A9;
  • 7 per mille per tutti i fabbricati diversi dalle abitazioni principali;
  • 5,50 per mille per i terreni agricoli;
  • 6,75 per mille per le aree edificabili;

La detrazione per le abitazioni principali delle categorie catastali A1, A8, A9 è determinata in €. 103,29.

Come pagare
Il versamento deve essere effettuato con l'apposito modulo di conto corrente postale:
c/c postale n. 88623335 intestato ad EQUITALIA POLIS SPA FICAROLO - RO - ICI
Dove può essere effettuato il pagamento
Il versamento può essere eseguito:
  • Presso gli sportelli del Concessionario EQUITALIA POLIS SPA di Rovigo in via del Sacro Cuore n.5;
  • Presso tutti gli uffici postali;
  • Presso gli sportelli degli Istituti bancari convenzionati di seguito elencati :
    Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo (Adria, Ariano Polesine, Arquà Polesine, Bergantino, Canaro, Castelmassa, Ficarolo, Fratta Polesine, Loreo, Occhiobello, Porto Tolle, Porto Viro Rosolina, Taglio di Po), Banca Fideuram Spa , BCC Padana Orientale San Marco di Rovigo, BCC Santa Maria Assunta di Adria.
  • On-line nel sito www.equitaliapolis.it
Modello F24

 

Il pagamento dell'ICI può essere effettuato anche attraverso il c.d. "Modello F24".
Vi è la possibilità per tutti i contribuenti di liquidare l'ICI in sede di dichiarazione ai fini delle imposte sui redditi e di effettuare il pagamento dell'ICI utilizzando il modello di pagamento F24 contenente la sezione denominata "ICI ed altri tributi locali".

Non sono ammessi in compensazione i crediti relativi ai tributi e alle altre entrate degli enti locali, ad esclusione dei crediti relativi alle addizionali all'IRPEF previste dal decreto legislativo 28 settembre 1998, n.360.

Il versamento va eseguito presso gli Uffici Postali, gli Istituti di Credito e il Concessionario della riscossione.

Quando
Il versamento dell'I.C.I. dovuta per l'anno 2011 va eseguito in due rate:

 

  • Prima rata (acconto) : 100% dell'imposta dovuta per il primo semestre dell'anno 2011, calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dell'anno precedente e commisurata agli effettivi mesi di possesso del primo semestre, deve essere versato entro il 16 giugno 2011.
  • Seconda rata (saldo) : saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, comprensivo dell'eventuale conguaglio sulla prima rata e deve essere versato tra il 1° ed il 16 dicembre 2011.

Il versamento dell'imposta dovuta per l'intero anno 2011 può essere effettuato, anziché in due rate, in unica soluzione entro il termine del 16 giugno 2011, applicando le aliquote dell'anno 2011.

Se l'ammontare della prima rata non è superiore a €. 12,00 il versamento va effettuato unitamente alla seconda rata purchè l'importo totale delle due rate sia superiore a €. 12,00.

Nel sito www.equitaliapolis.it la funzionalità di calcolo on-line dell'ICI consente di calcolare l'imposta secondo le diverse fattispecie imponibili ed eventualmente disporre il pagamento on-line con carta de credito.

Dichiarazione
La dichiarazione ai fini ICI deve essere presentata nei casi in cui le modificazioni soggettive ed oggettive che danno luogo ad una diversa determinazione del tributo dovuto attendono a riduzioni d'imposta e in quelli in cui dette modificazioni non sono immediatamente fruibili da parte dei comuni attraverso la consultazione delle banca dati catastale.
La dichiarazione non dovrà essere presentata quando gli elementi rilevanti ai fini dell'ICI dipendono da atti per i quali sono applicabili le procedure telematiche previste dall'art.3-bis del D.Lgs. n.463/1997, che disciplina il Modello Unico Informatico (MUI).

 

Nelle istruzioni alla dichiarazione ICI vengono chiaramente illustrate le ipotesi nelle quali i contribuenti sono chiamati ad adempiere l'obbligo dichiarativo.
La dichiarazione appositamente compilata, utilizzando il modulo approvato dal Ministero E.F. dovrà essere consegnata o trasmessa via posta raccomandata all'Ufficio Tributi entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi (modello unico telematico2012- termine di presentazione 1 ottobre 2012).
Modello ICI - Dichiarazione anno 2012 Modello (pdf 48 Kb) - Istruzioni (pdf 122 Kb)