Sei qui: Home Area Economico-Finanziaria

TARES

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

 

La TARES (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi) è dovuto solo per l'anno 2013

 


 

INFORMATIVA TARES ANNO 2013

 

 

Dal 1° Gennaio 2013, in sostituzione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), è istituito il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), secondo la disciplina contenuta nell’art. 14 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 convertito con modificazioni in legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modificazioni e integrazioni.

 

Cosa è cambiato: il nuovo prelievo ha, per legge, una duplice funzione ed è costituito da due componenti:

  1. La componemte “rifiuti” a copertura integrale dei costi relativi al servizio di gestione rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati agli urbani avviati allo smaltimento;
  2. La seconda componente “servizi” a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni che, per l’anno 2013, verrà versata direttamente allo Stato con la rata a saldo.

 

Da chi è dovuto il tributo: da coloro che occupano, detengono o posseggono locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono tassabili tutti gli immobili abitativi e loro pertinenze (garage, cantine), anche non utilizzati, dotati di almeno un’utenza attiva ai servizi di rete (acqua , energia elettrica, gas) o di arredamento. Per i locali e le aree ad uso non domestico, si considerano tassabili quelli forniti di impianti e/o attrezzature o dove è assentito l’esercizio di una attività.

 

Superficie imponibile: la superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano assoggettabile al tributo è costituita da quella calpestabile (comunque non inferiore all’80% della superficie catastale) dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati.

Ai fini dell’applicazione del tributo si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani di cui al D.Lgs. 13 novembre 1993, n.507.

 

Come viene calcolato il tributo: la tariffa è costituita da due parti, una quota fissa e una quota variabile ed è determinata tenendo conto dei coefficienti di legge (DPR 158/1999). Per le utenze domestiche la quota fissa è legata principalmente alla superficie dei locali, mentre quella variabile è proporzionata al numero dei componenti del nucleo familiare. Per le utenze non domestiche entrambe le parti della tariffa sono legate alla superficie e tengono conto di coefficienti di produzione di rifiuto fissati per legge, distintamente per tipo di attività.

 

Dichiarazione TARES: La denuncia deve essere presentata all’ufficio tributi entro i 60 giorni successivi al verificarsi del fatto che ne determina l’obbligo utilizzando gli appositi modelli messi a disposizione degli interessati e disponibili anche sul sito web del comune.

La denuncia ha effetto anche per gli anni successivi se non si verificano variazioni tali da causare un diverso ammontare del tributo.

Saranno comunque tenute valide le denunce già presentate ed inserite ai fini TARSU in quanto compatibili.

 

Pagamento: deve essere effettuato con versamento della prima rata di acconto entro il 30.09.2013 e la seconda rata a titolo di saldo entro il 30.12.2013. Con la seconda rata è previsto il pagamento della maggiorazione di 0,30 euro per metro quadro sui servizi indivisibili, quest’ultima versata allo Stato.

 

Modalità di pagamento: a mezzo F24 pagabili presso qualsiasi ufficio postale ovvero istituto bancario ovvero sportello di riscossione. I relativi modelli F24 sono inviati al contribuente precompilati. Non è ammesso il pagamento in unica soluzione. Si rammenta che, in caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento del tributo alle prescritte scadenze, verrà irrogata la sanzione del 30% dell’importo omesso o tardivamente versato, stabilita dall’art.13 del D.Lgs 472/97. Per la predetta sanzione non è ammessa la definizione agevolata ai sensi dell’art.17, comma 3, del D.Lgs 472/97.

 

Riduzioni del tributo:

 

  • abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 30%;
  • abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora per più di sei mesi all’anno all’estero: riduzione del 30%,
  • utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto: riduzione del 20% sulla parte variabile.

 

Tariffe utenze domestiche :

 

 

Categoria

 

Sottocategoria

Tariffa Fissa

Tariffa Variabile

Uso domestico

1

Un componente

0,5201

 66,5016

Uso domestico

2

Due componenti

0,6068

133,0032

Uso domestico

3

Tre componenti

0,6687

166,2540

Uso domestico

4

Quattro componenti

0,7182

216,1302

Uso domestico

5

Cinque componenti

0,7678

266,0065

Uso domestico

6

Sei o piu` componenti

0,8049

307,5700

 

Tariffe utenze non domestiche :

 

 

Categoria

 

Sottocategoria

Tariffa Fissa

Tariffa Variabile

Uso non domestico

1

Musei,biblioteche,scuole,associazioni,luoghi di culto

0,4069

0,8777

Uso non domestico

2

Campeggi,distributori carburanti

0,8519

1,8600

Uso non domestico

3

Stabilimenti balneari

0,4832

1,0498

Uso non domestico

4

Esposizioni,autosaloni

0,3815

0,8439

Uso non domestico

5

Alberghi con ristorazione

1,3606

2,9672

Uso non domestico

6

Alberghi senza ristorazione

1,0172

2,2111

Uso non domestico

7

Case di cura e riposo

1,2716

2,7647

Uso non domestico

8

Uffici,agenzie,studi professionali

1,2716

2,7714

Uso non domestico

9

Banche ed istituti di credito

0,6994

1,5191

Uso non domestico

10

Negozi abbigliamento,calzature,libreria,cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli

1,1063

2,4001

Uso non domestico

11

Edicola,farmacia,tabaccaio,plurilicenze

1,3606

2,9706

Uso non domestico

12

Attivita` artigianali tipo botteghe(falegname,idraulico, fabbro, elettricista, parrucchiere)

0,9155

1,9917

Uso non domestico

13

Carrozzeria,autofficina,elettrauto

1,1698

2,5486

Uso non domestico

14

Attivita` industriali con capannoni di produzione

0,5468

1,1815

Uso non domestico

15

Attivita` artigianali di produzione beni specifici

0,6994

1,5191

Uso non domestico

16

Ristoranti,trattorie,osterie,pizzerie

6,1543

13,3914

Uso non domestico

17

Bar,caffe`,pasticceria

4,6285

10,0663

Uso non domestico

18

Supermercato,pane e pasta,macelleria,salumi e formaggi, generi alimentari

2,2379

  4,8711

Uso non domestico

19

Plurilicenze alimentari e/o miste

1,9582

 4,2500

Uso non domestico

20

Ortofrutta,pescherie,fiori e piante

7,7056

16,7840

Uso non domestico

21

Discoteche,night club

1,3224

 2,8896

 

 

 

Regolamento per l’istituzione e l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi

 

 

Delibera n. 29  del 07.08.2013 “ Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi  - (TARES) - Determinazione del numero e delle scadenze delle rate di versamento per l’anno 2013 “. 

 

Delibera C.C. n. 44 del 29.11.2013 "Agevolazione TARES anno 2013"